• Dr. Matteo Mazzetti

Un Chiarimento Sui Concetti di Sterilita'

Updated: Mar 10


Un noto sito Croato, uno dei più famosi che organizzano i "viaggi del dente", e confermato pure molto gentilmente dalla trasmissione "Le Iene", viene mostrata l'apparecchiatura all'avanguardia che utilizzano nell'est per "sterilizzare" e ripulire i loro ferri usati dopo qualsiasi procedura (secondo i loro canoni di pulizia): questo genere di sistemi a luce UV non sterilizza, non decontamina e non rispetta nessuno dei protocolli più basilari di "igiene" di un ambulatorio dentistico italiano. Da noi esistono rigidi protocolli dettati dal ministero della sanità e che vengono continuamente aggiornati ed integrati: questi attualmente prevedono una prima decontaminazione chimica dello strumento utilizzato, mediante sostanze che in 10 minuti sono in grado di distruggere perfino le spore piu resistenti, dopodiché viene eseguita una profonda pulizia dello sporco manuale e mediante ultrasuoni, che ha il compito di eliminare eventuali residui oramai decontaminati dagli strumenti. Solo a questo punto è possibile imbustare gli strumenti in pacchettini sigillati (con scadenza a 30 giorni) che verranno poi sterilizzati e mantenuti tali fino alla scadenza dell'imbustatura. La sterilizzazione completa degli strumenti imbustati si ottiene mediante l'utilizzo di autoclavi a vapore di ultima generazione, che portando la temperatura a 131° assicurano la totale sterilità ed uccisione di batteri virus e delle spore più resistenti.

Questo è l'unico modo per eliminare il rischio delle infezioni crociate: oltre a tutto questo vengono addottati protocolli di disinfezione e pulizia delle pareti, delle superfici, e di ogni porzione di mobili e/o attrezzature che possano venire a contatto con materiale contaminato, ed infine rigidi protocolli per la disinfezione dei corpi cavi e dei circuiti dell'acqua dell'ambulatorio che completano la procedura di pulizia degli ambienti assicurando al paziente una sterilità totale di ogni strumento ed una disinfezione delle superfici ed ambienti.

Naturalmente a tutte queste procedure, si aggiungono anche i protocolli per lo smaltimento del materiale infetto utilizzato, degli aghi usati e di tutti i rifiuti medicali che vengono prodotti all'interno dell'ambulatorio.

Ricordo in oltre che viene usato il termine "disinfezione" degli ambienti, perché solo una sala operatoria può assicurare la "sterilità" degli ambienti, ovvero con pressione positiva nella stanza, un certo litraggio d'aria controllata ad una temperatura compresa tra i 18 ed i 21° e con una umidità controllata, superfici lavabili antistatiche prive di spigoli nelle pareti o giunzioni nelle mattonelle ... e tanti altri requisiti minimi obbligatori per ottenere l'autorizzazione sanitaria da parte delle autorità competenti Italiane. Al contrario di quello che sostengono "Le Iene" ed i delinquenti intervistati, all'estero esistono elevati rischi di contaminazione ed infezioni crociate, rischi di trovarsi lavori con metalli ad alto contenuto di Nikel (metallo allergico) o percentuali di metalli radioattivi contaminati provenienti dall'est, prodotti che in italia sono considerati "fuori legge" (l'AIOP ha eseguito una ricerca molto interessante a riguardo che ho gia provveduto a postare in passato); quindi il mio consiglio è quello di valutare bene le proprie scelte perché la vita è una sola e ci vuole veramente poco per rovinarsela (e rovinarla anche ad altri inconsciamente).

Nel mio studio mi sono dotato dell'apparecchiatura migliore per seguire questi protocolli: una autoclave di marca Svedese, la Getinge, rimane leader mondiale dei processi di sterilizzazione della attrezzatura medicale, ed assieme ad essa, un'autoclave Tedesca dedicata alla sterilizzazione e lubrificazione delle turbine e dei manipoli utilizzati; riuniti con santificazione integrata per ridurre al minimo la carica batterica dei circuiti interni delle poltrone, e disinfettanti di qualità per le procedure chimiche di decontaminazione.

Altre importanti domande se le pone il presidente della Accademia Italiana di Odontoiatria Protesica AIOP che potrete leggere a questo link.

#Sterilizzazione #Igiene #Pulizia #Ambienti

Prendi un Appuntamento
In Evidenza
Dove Siamo

Via Friuli Venezia Giulia, 12A
40139 Bologna

studiodentisticomazzetti@gmail.com

Telefono e Fax: 051-781614

Orari di Apertura:

Lun-Ven: 9:00-12:30 15:00-18:00

Sabato: 9:00-12:00 (solo su appuntamento)

Domenica e festivi: chiuso

Ampio parcheggio riservato

  • Wix Facebook page

Linee Autobus: Aerobus, 36, 27a, 27b, 19, 11

© 2017 - Dott. Matteo Mazzetti iscritto all'Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Bologna, n° d'iscrizione all'Albo 1513